Questo non è il mio Paese

Ultimamente vedo raramente i telegiornali e ho quasi smesso di leggere i quotidiani, un po’ perchè distratto da altri interessi, un po’ perchè ormai profondamente deluso per come questo paese sta reagendo ai mille problemi che lo assalgono.

Oggi faccio l’errore di vedere il TG1 delle 13.30. Inizio distrattamente a seguire le notizie. Mi colpiscono le dichiarazione del nostro Ministro della giustizia Angelino (il nome è già una contraddizione) Alfano che usa parole come prendere atto della realtà, responsabilità, deterrente, riferendosi al problema dell’immigrazione in Italia. Si discorre amabilmente sull’introduzione del reato di immigrazione clandestina.

Subito dopo parte il servizio sull’ultimo atto di un dramma sociale e umano: 13 corpi recuperati nel mare della Sicilia (ma potrebbero essere più di 20), 27 persone salvate dai nostri militari. Le immagini inquadrano prima le donne, poi gli uomini. Hanno tutti visi spenti, doloranti, pieni di angosce che non riusciamo minimamente ad immaginarci, fatte di soprusi, fame, angherie, violenze, malattie. Il servizio si chiude insulsamente con inutili dettagli tecnici.

Ciliegina sulla torta, la dichiarazione di Bossi che afferma che il reato di immigrazione clandestina rappresenta un muro al problema, risponde l’opposizione che il nuovo reato non serve a combattere il fenomeno!

Come è possibile affermare che è reato scegliere di sopravvivere!

Ma dove sono finiti gli “italiani, brava gente” che tutte le truppe di occupazione hanno conosciuto? Dove sono finiti gli italiani che hanno sofferto l’occupazione nazista, le stragi fasciste, le sofferenze dei bombardamenti, la fame e il dolore? Dove sono finiti quei poveri diavoli che hanno lasciato le loro famiglie per cercare lavoro nelle fabbriche tedesche o nei ristoranti svizzeri? Dove è finito quel Mezzogiorno d’Italia che sta di nuovo diventando terra di emigrazione?

Cerco, ma non trovo risposte. La compassione non sembra più appartenerci. La tolleranza non ha più dimora. Povera Patria! Franco Battiato la cantava già nel 1991!