Il mio primo, nuovo e felice Natale

Questo è il mio primo Natale con Matteo. E’ un Natale bellissimo, emozionante e intenso ma al tempo stesso semplice e naturale come solo il sorriso di un bimbo può essere. Ma è anche un Natale a me ancora sconosciuto nel quale la tradizione e l’eccezionalità di questa nuova presenza si mischiano e confondono. Il risultato di questa confusione è inebriante.

Matteo Babbo Natale

E’ tutto nuovo, è tutto diverso, è tutto così incredibilmente bello, bello fin quasi a stordirti. E’ bella la sua curiosità per tutto ciò che gli accade intorno, è bella la sua determinazione nel voler stare in piedi anche se in modo ancora traballante, è bellissima la sua capacità di interagire con tutti. E infine sono belli i suoi occhi e il suo sguardo, è bella la vibrazione che sento quando mi cerca e mi afferra naso e orecchie.

E io sono felice, così stupidamente felice da essermi dannato il 23 dicembre pomeriggio per trovare e comperargli il suo vestito da Babbo Natale (o meglio trovarne uno della sua taglia…..) e poter ridere di me insieme a lui. Chissà se potrà, quando sarà più grande, capire e accettare la stupidità di un padre.

Paulo Coelho dice che un bambino può insegnare sempre tre cose a un adulto: a essere contento senza un motivo, a essere sempre occupato con qualche cosa e a pretendere con ogni sua forza quello che desidera. Quanta verità in queste parole!

Buon Natale a tutti, tutti ci meritiamo un po’ di felicità.

Annunci